CARBO FONDO

Fondo eposssidico per sistemi FRP

Descrizione

CARBO FONDO è un prodotto bicomponente composto da:

  • componente A: miscela di prepolimeri epossidici liquidi ed additivi;
  • componente B: ammina di copolimerizzazione.

A maturazione completata il materiale si presenta trasparente, di colore giallastro, caratterizzato da elevate caratteristiche di adesione su qualunque tipo di supporto edile e da notevole fluidità.

Campo d'impiego

CARBO FONDO è un prodotto bicomponente composto da:

  • componente A: miscela di prepolimeri epossidici liquidi ed additivi;
  • componente B: ammina di copolimerizzazione.

A maturazione completata il materiale si presenta trasparente, di colore giallastro, caratterizzato da elevate caratteristiche di adesione su qualunque tipo di supporto edile e da notevole fluidità.

CONFEZIONI

3 e 12 kg (A+B) 

CARBO FONDO

Fondo eposssidico per sistemi FRP

Applicazione


Preparazione del supporto
  • il supporto deve essere attentamente esaminato per essere certi che sia una base adatta e strutturalmente sana e, in funzione alle condizioni in cui si trova la superficie, deve essere scelto il tipo di  preparazione da fare;
  • in caso di necessità procedere a scalpellatura, idrolavaggio, scarifica o sabiatura della superficie da trattare per asportare le parti incoerenti o comunque eliminare ogni traccia di sporco, olio, grasso ecc.;
  • risarcire con prodotti specifici.
Preparazione specifica
  • applicare sulla superficie da trattare una mano di CARBO FONDO;
  • entro pochi minuti o al massimo entro le 24 ore successive, applicare una mano di CARBO STUCCO a spatola se la superficie richiede una rasatura per livellamento;
  • procedere alla posa di VETROMAT 22 o CARBOFILL e impregnare a saturazione con CARBO BASE.
Preparazione del prodotto
  • versare CARBO FONDO comp. B nel comp. A e mescolare con girante elicoidale per circa 1-2 minuti;
  • la girante deve essere pulita e di dimensioni adeguate in modo da essere completamente ed abbondantemente immersa nel liquido;
  • mescolare piano in modo da non inglobare aria: la miscela subito dopo l'aggiunta del comp. B diviene opalescente per poi tornare trasparente;
  • mescolare ancora qualche secondo ed applicare appena possibile.

La quantità di prodotto (A+B) da preparare volta per volta dovrà essere calibrata in funzione della temperatura ambiente, affinché venga utilizzata tutta prima che si esaurisca il pot life.

In ogni caso, pesare esattamente le quantità di comp. A e comp. B con una bilancia.

CARBO FONDO

Fondo eposssidico per sistemi FRP

Consumi

0,2 kg/m2 circa

CARBO FONDO

Fondo eposssidico per sistemi FRP

Caratteristiche

massa volumica, UNI 8310

g/cm³

1,03 ± 0,05

pot-life, UNI EN ISO 9514

min

20 ± 5

essiccazione superficiale (3 mm), UNI 8904

ore

7 ± 2

tempo minimo di maturazione

giorni

> 7

temperatura di applicazione

°C

da +7 a +35

carico massimo in trazione, ISO 527

MPa

48 ± 10

carico in flessione, ISO 178

MPa

84 ± 15

allungamento in trazione, ISO 527

%

2,7 ± 0,6

carico in compressione, ASTM D 695

MPa

77 ± 10

resistenza UV e condensa, ASTM D 4329

ore

> 4000

adesione su cls (pull-off test), ASTM D 4541

MPa

> 3,5

durezza Shore D, ASTM D 2240

---

> 77

temperatura di transizione vetrosa, UNI EN 12614

°C

42,2

rapporto A : B

2 : 1

Nota: il metodo di prova fa riferimento alla norma a fianco riportata.

CARBO FONDO

Fondo eposssidico per sistemi FRP

Avvertenze e informazioni
  • Durante i periodi freddi (8-16°C) il prodotto presenta maggiore viscosità e l'eliminazione delle bolle d'aria inglobate durante la miscelazione avviene lentamente.
  • Nei periodi caldi (26-30°C) la velocità di reazione è maggiore ed il sistema può raggiungere la fase gel prima di aver rilasciato le bolle d'aria.
  • Leggere la Scheda di Sicurezza.
Conservazione

Comp. A e B: 24 mesi negli imballi originali in luogo coperto e asciutto a temperatura tra +5°C e +35°C