PRIMER PLS

Primer fissativo liquido a base solvente

Descrizione

PRIMER PLS è un fondo consolidante al solvente molto fluido a base di copolimeri acrilici termoplastici.

Grazie alla sua eccellente fluidità, PRIMER PLS è in grado di penetrare anche le micro-porosità capillari delle superfici edili esercitando un consistente effetto consolidante e anti-sfarinante.

La particolare natura chimica di PRIMER PLS ne permette la maturazione anche a temperature molto basse e con elevati valori di umidità relativa dell’aria.

A maturazione completa PRIMER PLS trasforma le superfici trattate in un ottimo supporto, coeso, stabile e uniformemente assorbente, per il successivo trattamento con pitture acriliche o acril-silossaniche o guaine liquide a base acrilica proteggendole dagli effetti dell’alcalinità tipica dei supporti cementizi o affini.

Rispetto ad altri prodotti analoghi disponibili in commercio, PRIMER PLS è quasi inodore e si presta all’impiego sia in esterni sia in interni (provvedendo adeguata ventilazione).

PRIMER PLS può essere applicato anche su superfici già verniciate o tinteggiate. Se il rivestimento è stabile, PRIMER PLS agisce come consolidante e anti-sfarinante, se il rivestimento è labile o non aderente alla superificie PRIMER PLS agevola la rimozione delle parti incoerenti.

Campo d'impiego

1 – su supporti nuovi: per eliminare gli effetti negativi dell’alcalinità tipica dei prodotti a base cemento e calce e per uniformare l’assorbimento delle superfici;

2 – su supporti vecchi: per migliorare l’ancoraggio dei rivestimenti di finitura (pitture o guaine), consolidare o rimuovere trattamenti sfarinanti o poco coesi ed uniformare l’assorbimento in caso di superfici rappezzate o costituite da materiali diversi.

PRIMER PLS è applicabile su:

  • calcestruzzo prefabbricato;
  • gesso e cartongesso;
  • intonaci rasati a calce;
  • intonaci già precedentemente pitturati;
  • vecchie superfici riparate o rappezzate;
  • materiale lapideo poroso;
  • materiale laterizio poroso;
  • vecchi rivestimenti di natura organica o minerale
CONFEZIONI

1 litro in latta - scatola da 20 pezzi

5 litri in latta - scatola da 4 pezzi

20 litri in latta

PRIMER PLS

Primer fissativo liquido a base solvente

Preparazione del supporto

Raccomandazioni generali (per tutte le superfici):

  • il prodotto non deve essere applicato su superfici con un contenuto di umidità superiore a 5,5% (metodo al carburo secondo UNI 10329) o con evidenti fenomeni di efflorescenza salina;
  • corpi incoerenti o strati in fase di distacco devono essere preventivamente eliminati con mezzi meccanici (raschietto, carta vetrata, spazzola abrasiva, mola, sabbiatrice, ecc...);
  • strati o residui di pitture a base calce o tempera devono essere completamente rimossi;
  • tracce di olii, grassi o cere (tra cui anche distaccanti) devono essere completamente rimosse;
  • nel caso di superfici affette da muffa è necessario rimuoverla con uno specifico trattamento a base di ipoclorito di sodio e trattare la superficie con AM PRIMER (vedi Scheda Tecnica per le modalità d’uso);
  • lasciar maturare intonaci nuovi per almeno 3-4 settimane così da stabilizzarne il livello di umidità e carbonatazione.

Superfici in intonaco, gesso e cartongesso:

  • se necessario rasare o stuccare la superficie con prodotti specifici. Le giunzioni lastra-muro possono essere sigillate con mastice acrilico;
  • a seguito della carteggiatura finale, rimuovere la polvere mediante aspirazione;
  • la superificie è così pronta per l’applicazione di PRIMER PLS.

Superfici in calcestruzzo:

  • asportare i residui di calcestruzzo scarsamente aderenti (di norma derivanti da imprecisioni della cassaformatura);
  • spazzolare e trattare con CEM-OX (boiacca passivante) i tondini e le parti di armatura a vista;
  • ripristinare parti mancanti della struttura con GROVE RIPRISTINO, malta fibrata tissotropica anti-ritiro e rasare la superficie con GRAVE RASANTE, rasante anti-ritiro;
  • dopo la maturazione dei prodotti impiegati nel ripristino, la superficie è pronta per l’applicazione di PRIMER PLS.
Applicazione del prodotto

Condizioni fisiche dell’ambiente e del supporto:

Tab.1:

temperatura del supporto

tra +5°C e +30°C

temperatura ambiente

tra +6°C e +35°C

umidità del supporto

<5,5% misurata con metodo al carburo (UNI 10329)

note

non applicare sotto il sole e in presenza di vento forte

Modalità applicative

Prima dell’uso omogeneizzare il prodotto agitando il contenitore per qualche secondo prima di prelevare.

Il prodotto è pronto all’uso, ma può essere diluito all’occorrenza (vedi paragrafo “Superfici poco assorbenti e diluizione” per ulteriori informazioni). Non adulterare il prodotto aggiungendo materiali o preparati estranei.

PRIMER PLS può essere applicato con diversi metodi sia manuali sia a spruzzo

A rullo o pennello

  • per l’applicazione a rullo è da prediligere un utensile a pelo corto o medio con mantello resistente ai solventi;
  • una corretta stesura di PRIMER PLS a rullo permette di raggiungere un consumo massimo di 0,3 litri/m2;
  • tenere presente che il grado di consolidamento della parte trattata dipende dalla quantità di PRIMER PLS che si applica: più si insiste con il prodotto in una applicazione a rullo o pennello, più il prodotto penetra raggiungendo anche profondità pari a tutto lo spessore del supporto. Naturalmente è compito dell’operatore valutare se l’effetto consolidante di PRIMER PLS influenzi negativamente la traspirazione del sistema.

A spruzzo (airless)

  • seguire i metodi tradizionalmente impiegati per la spruzzatura airless;
  • si suggeriscono i parametri di spruzzo riportati in Tab.2;

Tab.2:

Parametro*

Valore

Pressione d’esercizio

80-120 bar

Massimo diametro dell’ugello

0,013-0,018’’

Angolo di spruzzo

50-80°

*I parametri riportati in Tab.2 sono indicativi e vanno verificati per ciascun tipo di spruzzatore.

Raccomandazioni generali in applicazione

  • PRIMER PLS deve essere applicato uniformemente evitando la formazione di colatura e sbavature;
  • dopo l’asciugatura la superficie trattata si dovrà presentare ruvida e opaca così da favorire l’adesione degli strati successivi;
  • per determinare la quantità da applicare si consiglia di effettuare una prova preliminare su una porzione di supporto. Se necessario diluire come descritto al prossimo paragrafo.

Superfici poco assorbenti e diluizione

Su supporti poco assorbenti o calcestruzzo il prodotto può essere pre-diluito prima dell’applicazione allo scopo di favorirne la penetrazione. Il diluente da adottare è acquaragia possibilmente inodore (dearomatizzata) e le proporzioni massime di diluizione sono 6 parti di PRIMER PLS con 4 parti di acquaragia. Non superare la diluizione massima consentita. Per determinare la corretta diluizione è bene procedere per tentativi individuando il giusto compromesso tra potere penetrante ed effetto consolidante.

 

Tempi di maturazione:

Tab.3:

Temperatura / umidità ambiente

Tempo di fuori-tatto* [h]

Sovra-verniciabilità [h]

Maturazione completa** [giorni]

35°C / 65%RH

0,5

4

2

23°C / 65%RH

2

6

3

10°C / 50%RH

6

12

7

6°C / 50%RH

8

24

14

 

* una volta che il prodotto è andato fuori-tatto l’eventuale caduta della pioggia su di esso non compromette lo sviluppo delle caratteristiche finali.

** prima della maturazione completa si sconsiglia di sottoporre la superficie a condizioni d’uso estreme. 

PRIMER PLS

Primer fissativo liquido a base solvente

Consumi

Circa 0,15 - 0,30 litri/m2 per mano.

Per la pulizia degli attrezzi

A prodotto fresco con diluente nitro, acquaragia o diluente sintetico.

 

PRIMER PLS

Primer fissativo liquido a base solvente

Caratteristiche

 

densità a 23°C (picnometro), UNI EN ISO 2811-1

kg/l

0,813 ± 0,003

odore

-

Inodore, leggermente etereo

colore

-

Trasparente

viscosità cinematica (tazza ISO n°4, 23°C), ISO 2431

s

22 ± 2

Nota: il metodo di prova è basato sulla norma a fianco riportata.

PRIMER PLS

Primer fissativo liquido a base solvente

Avvertenze e informazioni
  • Il prodotto è infiammabile.
  • Sebbene quasi inodore, il prodotto è nocivo per inalazione. Durante l’applicazione garantire un’adeguata ventilazione dell’ambiente e indossare un respiratore o maschera con filtro per vapori organici tipo A2 o ABEK2 secondo EN 141.
  • Non gettare i residui nelle fognature e non disperdere nell’ambiente.
  • Leggere attentamente la Scheda di Sicurezza.
Conservazione

24 mesi, a temperatura tra +5°C e +30°C. Teme il gelo. Conservare lontano dai raggi solari.