STRATOFLEX

Rivestimento autolivellante e multistrato per pavimentazioni industriali
MARCATURA CE EN 13813-SR-B2,0-AR0,5–IR4

Descrizione

STRATOFLEX è un prodotto bicomponente autolivellante composto da:

  • componente A: miscela di prepolimeri epossidici liquidi, pigmenti, additivi e cariche speciali;
  • componente B: ammina di copolimerizzazione.

A maturazione completata il materiale presenta notevoli caratteristiche di durezza e flessibilità, resiste alle sollecitazioni meccaniche e termiche ed è specificatamente studiato per il rivestimento di pavimentazioni.

STRATOFLEX LC è marcato CE secondo la normativa EN 13813 come SR (“materiali per massetti a base di resina sintetica” – prospetto ZA.1.5).

Campo d'impiego
  • Come rivestimento autolivellante STRATOFLEX trova impiego nella realizzazione di pavimentazioni a spessore da 1 a 2 mm su superfici destinate a traffico carrellato con carichi medi e lavaggi frequenti, dove non sia necessario un rivestimento antiscivolo  come magazzini alimentari di tutti i tipi, industrie meccaniche leggere, industrie della carta, tipografie etc.;
  • Come rivestimento multistrato è adatto alla realizzazione di pavimenti con grip variabile a seconda del tipo di sabbia di quarzo impiegata, per vari tipi di industrie come cucine e luoghi di ristorazione, lavorazioni di carni, salumi, formaggi, frutta, verdura, pane, pasticceria, olio, confetture, detergenti,  industrie della birra, tessile, tintorie e.
  • Per ottenere particolari resistenze chimiche può essere rifinito con NORPHEN 200 HCR oppure ESTER VE.

Supporti utilizzabili:

  • Calcestruzzo nuovo;
  • Calcestruzzo vecchio;
  • Massetti in sabbia e cemento o preconfezionati e autolivellanti a base cemento;
  • Cls e massetti su pavimenti radianti;
  • Pannelli di legno;
  • Lastre di alluminio antiscivolo;
  • Pavimenti in pietra naturale*;
  • Pavimenti in piastrelle di tutti i tipi *;
  • Rivestimenti in resina*

 *a condizione che ne venga attentamente verificata, da persona esperta, la tenuta allo strappo e la resistenza a compressione, in funzione dell’utilizzo che si intende fare.

CONFEZIONI

8 kg (A+B): comp.A 7 kg + comp.B 1 kg

icon

E' il classico rivestimento multistrato per pavimentazioni industriali a medio o alto carico, monocromatico e facilmente igienizzabile.

STRATOFLEX

Rivestimento autolivellante e multistrato per pavimentazioni industriali
MARCATURA CE EN 13813-SR-B2,0-AR0,5–IR4

Preparazione del supporto
  • Il supporto deve essere attentamente esaminato per essere certi che sia una base adatta e strutturalmente sana : la resistenza alla trazione non deve essere inferiore a 1,5 Mpa, mentre la  resistenza a compressione dovrà essere sup. a 3,0 Mpa.
  • In base allo stato in cui si trova la superficie deve essere scelto il tipo di trattamento da effettuare:

- lavaggio con acqua a pressione;
- lavaggio acido;
- carteggiatura;
- molatura a diamante;
- scarificatura;
- pallinatura.

In questo modo saranno rimossi polvere, sporco, grasso, olio, vecchi adesivi o vernici, efflorescenze, ruggine, muffe e altri materiali estranei.

Risarcimenti

  • Le depressioni e le incoerenze del pavimento da rivestire sup. a 3 mm. di spessore possono essere risarcite con un impasto composto da 1 parte di NORPHEN MALTA BASE e 7-8 parti di quarzo MIX; invece per spessori inferiori a 3 mm con un impasto composto da 1 parte di NORPHEN MALTA BASE e 3- 4 parti di quarzo 0,1-0,3 + 0,3-0,8, oppure con MALTA RAPIDA.

Umidità del fondo (misura effettuata con metodo al carburo) - primerizzazioni

  • Supporti con umidità residua < 3 %

- è possibile rivestire senza particolari precauzioni.

  • Supporti con umidità residua compresa fra 3 - 4%: 

- far precedere la posa da una mano di primer NORPHEN SW SOLID tal quale  oppure 2 parti di  Q-PRIMER diluito con una parte di acqua e attendere il giorno dopo per sovrapplicare.

  • Supporti con umidità residua > 4,5 %:

- realizzare uno strato diffusore  applicando W3 con un consumo minimo di 2,0 kg/m2 in 2 o più mani e attendere minimo 48-72 ore per la maturazione del prodotto,oppure realizzare un rivestimento con una  rasatura effettuata con Q-CRETE, per un consumo di 2,2-2,5 kg/m², a seconda della rugosità superficiale, spolverando “rado” sabbia di quarzo 0,1-0,5 fresco su fresco e attendendo il giorno dopo per sovrapplicare

Consolidamento del fondo

  • In caso che il fondo presenti una insufficiente coesione, è possibile consolidare con una (o più) mani di NORPHEN FONDO per un consumo variabile da 0,15 a 0,30 litri per m² per ogni mano, a seconda dell’ assorbimento specifico, se si deve rivestire entro 1 o 2 ore dal trattamento;
  • IN ALTERNATIVA  con una (o più ) mani di Q-PRIMER diluito 4 volte in acqua, per un consumo di circa 0,06÷0,12 kg/m² di prodotto puro, se si può aspettare almeno un giorno prima di sovrapplicare.

Fessure

Il trattamento qui sotto esposto tiene sempre conto di  fessure stabilizzate.

  • Fessure fino a 2 mm. di larghezza - allargare la crepa con mola a smeriglio per una profondità di circa 1 cm;

- asportare la polvere con soffiatura di aria compressa;
- colare nella fessura uno stucco epossidico realizzato con NORPHEN FONDO SL additivato con il 3 % circa di SILICE.
- Attendere 4-6 ore prima della colata di STRATOFLEX.

  • Fessure oltre  2 mm. di larghezza - effettuare dei tagli con disco diamantato ogni 50 cm. trasversalmente alla crepa di larghezza 10 mm, profondità 1 cm. circa e lunghezza 50 cm. circa;

- preparare dei tondini di ferro ad aderenza migliorata di spessore 8 mm. e lunghezza 50 cm;
- colare nella fessura NORPHEN FONDO SL addensato con il 3% di SILICE e inserire le barre nelle fessure asportando l’eccesso di resina;
- stuccare il giunto come al punto precedente.
- Attendere 4-6 ore prima della colata di STRATOFLEX.

Giunti di ripartizione

  • Massetti in cemento

- Se il giunto di ripartizione si trova in corrispondenza della soglia di una porta o serve a interrompere una forma ad angolo ( a forma di “L”) del massetto, non è necessario riportare il giunto sul rivestimento STRATOFLEX.
- Riempire il giunto come alla voce “ fessure fino a 2 mm. di larghezza”.

  • Pavimenti industriali in cls con spessore di almeno 18 cm e risulta armato con due reti elettrosaldate:

- Asportare l’eventuale guaina copri giunto, applicare una mano di NORPHEN FONDO con pennellessa da radiatore dentro il giunto (circa 4 gr /mt di giunto per ogni cm di spessore);
- sigillare il giunto con NORPHEN FONDO SL addensato con il 3 - 4 % di SILICE.
- Attendere 4-6 ore prima della colata di STRATOFLEX.

  • Pavimenti industriali in cls con spessore inferiore 15 cm e risulta armato con una sola  rete elettrosaldata:

- Procedere al consolidamento  dei giunti come indicato nel punto  “ fessure oltre  2 mm. di larghezza”, inserendo le barre ad una profondità di almeno 3 cm;
- sigillare il giunto con NORPHEN FONDO SL addensato con il 3 - 4 % di SILICE.
- Attendere 4-6 ore prima della colata di STRATOFLEX.

Trattamento dei giunti di dilatazione

  • I giunti di dilatazione presenti nel fondo, vanno riportati nel rivestimento STRATOFLEX e possono essere chiusi con sigillanti a medio modulo o con profili specifici.
Preparazione del prodotto
  • Come tutti i prodotti da rivestimento a base epossiamminica, STRATOFLEX va preparato in un contenitore di servizio in quantità per volta che tengano conto della temperatura ambientale di posa e della velocità con cui verrà utilizzato.
  • Durante i mesi caldi estivi è buona norma tenere i contenitori al fresco per disporre di un “pot life” più lungo possibile.
  • L’utilizzo parziale della confezione obbliga l’operatore a pesare con cura gli ingredienti, mescolando il comp.A prima del prelevamento.

Mescolazione

  • Versare STRATOFLEX comp.B nel comp. A e mescolare bene con mescolatore professionale a basso numero di giri.
  • Le dimensioni della girante devono essere adattate alla grandezza del contenitore di servizio (es: un secchio da 20 kg. richiede una girante di diametro circa 12÷15 cm.).
Applicazione del prodotto

Stesura del prodotto- pavimento autolivellante

Dopo aver preparato la miscela, senza aggiunta di sabbie:

  • procedere alla colata del prodotto e regolare lo spessore utilizzando una spatola dentata;
  • aiutare la distensione del prodotto con rullo frangibolle;
  • se previsto, dopo 24 ore, realizzare la finitura con NORPHEN 200 HCR, NORPHEN ESTER VE, NORDPUR ESTERNI.

Stesura del prodotto- pavimento multistrato

Dopo aver preparato la miscela, aggiungere il 50 % in peso di sabbia di quarzo 0,3-0,8 oppure 0,7-1,2, a seconda dello spessore finale del rivestimento che si desidera ottenere;

  • aiutare la distensione del prodotto con rullo frangibolle (se necessario);
  • spolverare a rifiuto con sabbia di quarzo 0,3-0,8 oppure 0,7-1,2, fino a saturazione completa;
  • il giorno dopo, asportare la sabbia in eccesso e recuperarla, carteggiare e aspirare;
  • applicare a finire una mano di STRATOFLEX  (o NORPHEN 200 HCR, ESTER VE) a spatola di acciaio o di gomma, a seconda del grado di antiscivolo richiesto.
Pulizia degli attrezzi

Usare ACETONE oppure diluente nitro prima dell’indurimento. Il prodotto indurito dovrà essere asportato meccanicamente.

STRATOFLEX

Rivestimento autolivellante e multistrato per pavimentazioni industriali
MARCATURA CE EN 13813-SR-B2,0-AR0,5–IR4

Consumi

Pavimento autolivellante

  • Per realizzare un rivestimento di 0,5 mm è necessario applicare 1 kg (A+B) per m2: per ottenere una superficie liscia e planare,comunque, è necessario applicare minimo 2 kg/ m2.

Pavimento multistrato

  • Con quarzo 0,3-0,8 nella mescola e nello spolvero il consumo totale con spatola di acciaio è pari a 1,7-1,8 kg/m2 ; con quarzo 0,7-1,2 il consumo totale sarà di circa 2,0-2,1 kg/ m2 .

STRATOFLEX

Rivestimento autolivellante e multistrato per pavimentazioni industriali
MARCATURA CE EN 13813-SR-B2,0-AR0,5–IR4

Colori

Il prodotto è disponibile in un’ampia gamma di colori (consultare “Listino colori”). Sono realizzate tinte anche su specifica richiesta.

Caratteristiche

DATI APPLICATIVI DEL PRODOTTO (a 23°C e 50% U.R.)

massa volumica, UNI 8310

g/cm³

1,70 ± 0,05

pot-life, UNI EN ISO 9514

min

20 ± 5

tempo essiccazione superficiale, UNI 8904

h

6 ± 1

tempo minimo di maturazione

giorni

> 7

temperatura di applicazione

°C

da +8 a +35

rapporto A : B

7 : 1

PRESTAZIONI FINALI

Resistenza a flessione, UNI EN-196-1

MPa

25 ± 1

Resistenza a compressione,

UNI EN-196-1

MPa

60 ± 2

adesione su cls (pull-off test), ASTM D 4541

MPa

> 3,5

PRESTAZIONI FINALI IN ACCORDO A EN 13813

Forza di aderenza,UNI EN 13892-8

MPa

3,1 ± 0,3

rottura supporto - classe: B2,0

Resistenza all’usura (BCA),  UNI EN 13892-4

μm

ca 0

(classe AR 0,5: < 50 μm)

Resistenza all’urto, UNI EN ISO 6272

Classe

N·m

IR4

4

Nota: il metodo di prova fa riferimento alla norma a fianco riportata.

STRATOFLEX

Rivestimento autolivellante e multistrato per pavimentazioni industriali
MARCATURA CE EN 13813-SR-B2,0-AR0,5–IR4

Avvertenze e informazioni

Leggere attentamente la Scheda di Sicurezza

Conservazione

Comp. A e B: 24 mesi negli imballi originali, in luogo coperto e asciutto, a temperatura tra +5°C e +35°C; teme il gelo.