MALTA RAPIDA

Malta epossidica autolivellante a rapido indurimento

Descrizione

MALTA RAPIDA un prodotto a tre componenti costituito da:

  • componente A:   miscela di prepolimeri epossidici liquidi;
  • componente B:   ammina di copolimerizzazione;
  • componente C:   cariche speciali e filler.

Il prodotto si prepara mescolando tre componenti per dare origine ad una malta fluida autolivellante, disponibile in vari colori, particolarmente indicata per la realizzazione di rivestimenti in resina di pavimentazioni industriali a colata diretta sul calcestruzzo, senza primer.

La principale caratteristica di MALTA RAPIDA è la capacità di distendersi uniformemente anche se applicata su superfici che presentino irregolarità, come calcestruzzo pallinato o piastrelle a fuga larga.

MALTA RAPIDA possiede ottima adesione al supporto e una elevatissima resistenza a compressione.

MALTA RAPIDA è progettata per indurire in circa 5 ore dalla posa (a T = +20°C e 50 UR), per poter così procedere anche a due lavorazioni al giorno ed accelerare la realizzazione di pavimenti in resina.

MALTA RAPIDA è conforme alla norma EN 13813 come massetto a base di resina sintetica, in classe       SR-B2,0-AR0,5-IR4.

 

MALTA RAPIDA, applicato e maturato secondo le indicazioni riportate in tabella “Caratteristiche”, può essere utilizzata come rivestimento in ambienti con presenza di alimenti (Rapporto di prova N° 288/L, secondo UNI 11021 rilasciato da GFC CHIMICA).

In particolare  MALTA RAPIDA:

  • è idoneo per tutte le superfici per le quali è richiesta la resistenza sia al lavaggio, sia alla muffa;
  • è idoneo per superfici che devono essere disinfettabili (detergente tipo D come definito in UNI 11021);
  • può essere lavato con sgrassante alcalino (detergente tipo B come definito in UNI 11021);
  • è idoneo per celle frigorifere.
Campo d'impiego

MALTA RAPIDA trova impiego come:

  1. rivestimento in resina a spessore 2 mm, con  superficie liscia, per vari settori industriali con lavorazione in ambiente asciutto, per zone ad elevato traffico di muletti;
  2. strato di base a spessore 1 mm, con superficie spolverata con quarzo, per la realizzazione successiva di finiture di varia natura in:
    • industrie di tutti i tipi, in particolare per lavorazioni in ambiente umido;
    • show-room e negozi di qualunque tipo;
    • abitazioni private;
    • uffici.
CONFEZIONI

Disponibile in confezioni da:

kg 20,0 (A+B+C) nella versione ESTIVA;

kg 17,5 (A+B+C) nella versione INVERNALE.

 

icon

MALTA RAPIDA è un rivestimento progettato per diminuire l'incidenza della manodopera nei rivestimenti di superfici destinate a lavorazioni industriali: infatti è possibile realizzare un rivestimento di circa 2 mm, colorato a piacere, con una sola mano dopo l'irruvidimento della superficie. Molto resistente a compressione e graffio.

MALTA RAPIDA

Malta epossidica autolivellante a rapido indurimento

Preparazione del supporto

Preparare la superficie secondo i corretti dettami dello stato dell’arte per quanto riguarda le pavimentazioni in resina: il supporto deve essere attentamente esaminato per essere certi che sia una base adatta e strutturalmente sana.

  • Massetti in sabbia e cemento: devono avere una stagionatura adeguata (almeno 28 giorni) con una resistenza a compressione sup. a 20 Mpa e un tasso di umidità residuo inferiore al 3% (metodo di misura al carburo ASTM D4944) in caso contrario consolidare con NORPHEN SW SOLID diluito e trattare con una mano di SOLID contro l’umidità.
  • Calcestruzzo industriale al quarzo: applicare dopo stagionatura adeguata, con tasso di umidità massimo del 3%, dopo aver irruvidito la superficie con pallinatura leggera o molatura dischi diamantati, se richiesto, eliminare giunti e crepe mediante “cucitura” con spezzoni di ferro inseriti nel getto.
  • Piastrelle in grès e klinker: vanno irruvidite con mola a tazza diamantata oppure trattate con un primer per superfici lucide come RICRETE 1C.
  • Pannelli in legno: trattare i giunti di accoppiamento con una striscia di RETE DI VETRO da 160 g/m² (di circa 5¸7 cm di larghezza) e fissare al supporto con NORPHEN PU steso a spatola.
Preparazione specifica

Stuccatura del supporto:

  • in caso di presenza di buchi e avvallamenti superiori a 3 mm da risarcire usare MALTAFIX (a base cemento, rapida) oppure un impasto di NORPHEN FONDO SL addensato con il 5 % di SILICE EPOSSIDICA;

Supporto con umidità compresa tra 3 e 6%:

  • applicare una mano di SOLID, sulla superficie già irruvidita;

Supporto con umidità superiore al 6%:

  • applicare il ciclo Q-PRIMER+Q-RASANTE, sulla superficie già  irruvidita;

Giunti di ripartizione

Nota preliminare: suggerimenti sul trattamento e la gestione dei giunti qui riportati sono frutto di molte esperienze e si basano sull’osservazione del comportamento tipico dei calcestruzzi: non hanno quindi valore assoluto.

Trattamento dei giunti di ripartizione su pavimenti in calcestruzzo induriti al quarzo, prima del rivestimento con MALTA RAPIDA, su:

1. Pavimenti industriali al quarzo di spessore fino a 15 cm con una sola rete di rinforzo e con stagionatura inferiore a 1 anno:

  • per rivestire il giunto a scomparsa utilizzare la “cucitura” con l’inserimento di spezzoni di acciaio, oppure
  • sigillare il giunto con NORPHEN FONDO SL addensato con 5% di SILICE EPOSSIDICA;
  • rivestire con MALTA RAPIDA e, dopo indurimento, ritagliare e sigillare a vista con NORPHEN PU.

2. Pavimenti come al punto a) ma con spessore superiore a 18 cm e due reti di rinforzo oppure con una sola rete + fibre di acciaio (o PE) con stagionatura di almeno 3 mesi:

  • sigillare i giunti mediante riempimento come al punto precedente e rivestire con MALTA RAPIDA;

3. Area massima consigliata per la “cucitura” con spezzoni di acciaio: 500 m2 circa.

Preparazione del prodotto

Per rivestimenti a spessore 2 mm con superficie liscia e lavorazione in autolivellante:

  • mescolare 15 kg di MALTA RAPIDA COMP.C con 5 kg di COMP. A+B in versione ESTIVA;
  • mescolare 12,5 kg di MALTA RAPIDA COMP.C con 5 kg di COMP. A+B in versione INVERNALE;

Posa: con spatola di acciaio a lama dentata (dente triangolare  tl_files/nordresine/Fastfluid/spatolaresine.png H 5 mm - L 6 mm per lavorazioni in piedi e rullo frangibolle a spilli di acciaio.

Per rivestimenti a spessore ca. 1 mm mediante rasatura con frattazzo liscio di acciaio, da spolverare a rifiuto con sabbie di quarzo a varia granulometria:

  • mescolare 10 kg di MALTA RAPIDA COMP.C con 5 kg di COMP. A+B in versione ESTIVA o INVERNALE.

Posa:   con frattazzo di acciaio liscio per lavorazioni a rasatura per successivo spolvero di quarzo.

MALTA RAPIDA

Malta epossidica autolivellante a rapido indurimento

Consumi

Per realizzare un rivestimento di 2 mm è necessario applicare circa 4 kg/m2.

MALTA RAPIDA

Malta epossidica autolivellante a rapido indurimento

Colori

MALTA RAPIDA viene fornita nella versione standard senza colore. Può essere richiesta la colorazione quando venga utilizzata come rivestimento a finire.

Il costo può variare sensibilmente a seconda del tipo di colorazione richiesta.

Caratteristiche

DATI APPLICATIVI DEL PRODOTTO (a 23°C e 50% U.R.)

massa volumica (A+B+C), UNI 8310

ESTIVO

kg/l

1,87 ± 0,03

INVERNALE

1,80 ± 0,03

massa volumica (A+B), UNI 8310

 

 

1,06 ± 0,02

massa volumica apparente

COMP. C

kg/l

1,50 ± 0,05

pot-life, UNI EN ISO 9514

ESTIVO

min

7  (a +15°C)

5  (a +23°C)

INVERNALE

20  (a +1°C)

5  (a +15°C)

tempo di minima maturazione

giorni

> 7

temperatura di applicazione

ESTIVO

°C

da +15 a +30

INVERNALE

da 0 a +15

rapporto A : B : C

ESTIVO

2 : 1 : 9

INVERNALE

2 : 1 : 7,5

PRESTAZIONI FINALI (a 7 giorni a +23°C e 50% U.R.)

resistenza a cicli UV e condensa, ASTM D 4329

(168 ore di esposizione)

 E

 gloss

> 35

> 80

resistenza a flessione, UNI EN 196-1

MPa

35 ± 1

resistenza a compressione, UNI EN-196-1

MPa

80 ± 2

durezza (Shore D), ASTM D 2240

D

> 65

resistenza all’abrasione, ISO 5470-1

(1000 cicli / 1000 g, mola CS 17)

mg

50 ca

PRESTAZIONI FINALI SECONDO UNI 11021

(Prodotti e sistemi per la verniciatura di ambienti con presenza di alimenti)

presa di sporco, UNI 10792

 

---

passa

(ΔL=1,04)

cessione di odore, Appendice A

 

----

passa

(= 0)

resistenza al lavaggio, UNI 10560

 

cicli

> 5000

pulibilità, Appendice B

 

---

passa

(ΔE=1,18)

resistenza a particolari agenti di lavaggio, ISO 2812-1

Detergente tipo B (sgrassante alcalino)

---

Passa

(nessuna alterazione)

resistenza agli agenti di disinfezione,        ISO 2812-1

Disinfettante tipo D

---

Passa

(nessuna alterazione)

resistenza allo sbalzo termico,

Appendice D

10 cicli in acqua:

2 h a –20°C e 2 h a +20°C

 

Passa

(nessuna alterazione)

resistenza alla crescita di muffe,

Appendice C

 

Intensità di sviluppo fungino (scala:  0 ÷ 4)

1

(passa)

PRESTAZIONI FINALI IN ACCORDO ALLA EN 13813 (MASSETTI A BASE DI RESINA SINTETICA)

resistenza all’usura BCA, EN 13892-4

classe

AR 0,5

 ( ca 3 micron)

forza di aderenza, EN 13892-8

MPa

4,6 ± 0,4

resistenza all’urto, EN ISO 6272-1

classe

IR4

Nota: il metodo di prova fa riferimento alla norma a fianco riportata.

MALTA RAPIDA

Malta epossidica autolivellante a rapido indurimento

Avvertenze e informazioni

Tempo di indurimento:

MALTA RAPIDA possiede una notevole reattività anche a basse temperature; in funzione della temperatura di applicazione il tempo minimo, necessario al raggiungimento della durezza utile per le successive mani a finire viene riportato nella seguente tabella: 

versione del prodotto

temperatura [°C]

tempo [ore]

invernale

+1

24

invernale

+12

5

estiva

+20

5

Non applicare su:

  • parquet;
  • gomma;
  • superfici con elevati problemi di dilatazione sui giunti di accoppiamento.

 

  • Misurare la temperatura ambiente in cui si andrà ad operare per individuare, in funzione di questo parametro fondamentale, la versione adatta da utilizzare:

intervallo di temperatura [°C]

versione

di MALTA RAPIDA

da +0 a +15

INVERNALE

oltre +15

ESTIVA

  • In ogni caso tenere ben presente che il prodotto va lavorato con rapidità, costituendo una squadra di lavoro che  sia in grado di operare con continuità e con buona sincronia, preparando il prodotto miscelato nell’esatto momento in cui viene terminato il precedente, senza periodi morti fra una colata e l’altra.
  • A seconda della temperatura ambiente, il prodotto va stoccato al fresco in estate e al caldo in inverno, per mantenere una buona  fluidità.
  • Mescolare i componenti A, B e C nei rapporti precisi di fornitura: in caso di necessità, pesare gli ingredienti per utilizzare solo una parte della confezione leggendo sulla confezione l’esatto “RAPPORTO”.
  • Leggere la Scheda di Sicurezza.
Conservazione

Conservare in luogo coperto, a temperatura tra +5 e +30°C.