FARMACRETE

Resina epossidica autolivellante trasparente per la realizzazione di pavimenti ceramizzati

Descrizione

FARMACRETE è un prodotto a tre componenti costituito da:

  • componente A: miscela di prepolimeri epossidici liquidi;
  • componente B: ammina di copolimerizzazione;
  • componente C: miscela di sabbie di quarzo ceramizzato specificatamente selezionate, calibrate e mescolate nei colori per ottenere il risultato estetico di progetto

FARMACRETE deve il suo nome alla notevole diffusione di questo tipo di rivestimento nelle aziende farmaceutiche e parafarmaceutiche: infatti associa a caratteristiche di resistenza meccanica elevatissime una superficie particolarmente liscia e adatta agli interventi di disinfezione, unitamente ad una bellezza estetica fuori dal comune.

Possiede ottima adesione al supporto e una elevatissima resistenza a compressione.

FARMACRETE è in classe 1 di resistenza alla crescita di muffe secondo la norma UNI EN 15457:2008.

Campo d'impiego

FARMACRETE trova impiego come strato di base e finitura per la realizzazione  di pavimenti nei seguenti settori:

  • aziende farmaceutiche, parafarmaceutiche, ambulatori medici e fabbriche di vario genere dove sia richiesto un rivestimento di elevata resistenza e bellezza in ambiente con lavorazioni a secco;
  • show room ed esposizioni di vario genere;
  • uffici.
CONFEZIONI

Comp. A: 13,33 kg
Comp. B: 6,67 kg
Comp. C: 25 kg

icon

Il colore del FARMACRETE è dovuto esclusivamente alla miscela di sabbie di quarzo colorato: possono essere richieste colorazioni standard diverse (vedere, a titolo di riferimento, la cartella "i colori di BRIGT STONE) per piccole superfici, mentre per aree grandi si possono chiedere colorazioni specifiche.

FARMACRETE

Resina epossidica autolivellante trasparente per la realizzazione di pavimenti ceramizzati

Preparazione del supporto

Preparare la superficie secondo i corretti dettami dello stato dell’arte per quanto riguarda le pavimentazioni in resina: il supporto deve essere attentamente esaminato per essere certi che sia una base adatta e strutturalmente sana.

  • Il calcestruzzo industriale al quarzo si può rivestire dopo pallinatura, levigatura con mola diamantata o lavaggio acido, con tasso di umidità massimo del 3%.
  • I massetti in sabbia e cemento devono avere una stagionatura adeguata (almeno 28 giorni) e un tasso di umidità residuo inferiore al 3% (metodo di misura al carburo); inoltre devono possedere una resistenza a compressione minima pari a 250-300 kg/cm²: in caso contrario è necessario aumentarla con un impregnamento profondo con NORPHEN SW SOLID (diluito seguendo le indicazioni della scheda tecnica) calcolando un consumo minimo variabile da 50 a 100 grammi di prodotto puro per ogni cm di spessore che si voglia consolidare.
  • Massetti pronti SC 1 e SC 1-F possono essere rivestiti dopo 8 giorni (a 20°C e 50% UR).
  • Massetti pronti rapidi tipo SC 1-R possono essere rivestiti dopo 48 ore (a 20°C e 50% UR).
  • Massetti realizzati con legante tipo SC 1-BASE e sabbie di varia provenienza possono essere rivestiti dopo 12-15 giorni (a 20°C e 50% UR), previa determinazione del contenuto di umidità del supporto.
  • Superfici piastrellate vanno irruvidite con mola a tazza diamantata.

Superfici in pannelli grandi di legno possono essere rivestite dopo aver trattato i giunti di accoppiamento con NORPHEN PU armato con una striscia di RETE DI VETRO da 160 gr/m² (di circa 5-7 cm di larghezza), spolverato rado con sabbia di quarzo 0,1-0,5 

Preparazione specifica

1) Con presenza di umidità nel supporto inferiore al 3%:

  • prima di procedere con FARMACRETE, verificare che la superficie preparata per la posa possieda sufficiente coesione e non presenti buche e avvallamenti superiori a 3 mm circa;
  • applicare a spatola NORPHEN FONDO SL caricato con quarzo 0,1-0,3 e spolverare a rifiuto, fresco su fresco, con sabbia di quarzo 0,3-0,9 (consumo approssimativo da 2,0 a 2,5 kg/m²);
  • il giorno dopo asportare tutta la sabbia non aderente, carteggiare e aspirare;
  • procedere quindi all’applicazione di FARMACRETE.

2) Con presenza di umidità nel supporto compresa tra 3 e 4,5 %:

  • applicare una mano di NORPHEN SW SOLID diluito in acqua 1:2;
  • il giorno dopo applicare una mano di NORPHEN FONDO SL, procedendo come al punto 1).

3) Superficie con presenza di umidità superiore al 4,5 %:

  • applicare una mano di NORPHEN SW SOLID diluito 1:2 con acqua;
  • rasare con NORPHEN W3 per un consumo di kg  1,5 circa per m²;
  • attendere 48 ore e procedere con NORPHEN FONDO SL come al punto 1).

4) Calcestruzzo industriale al quarzo:

  • in questo tipo di superficie, per applicare FARMACRETE la preparazione del fondo migliore si ha con la pallinatura;
  • dopo questo tipo di irruvidimento è possibile applicare una mano di NORPHEN FONDO SL , procedendo come al punto 1).

5) Giunti di ripartizione

Riservare particolare attenzione al trattamento dei giunti; lo schema da seguire è il seguente:

a) pavimenti industriali al quarzo di spessore fino a 15 cm con una sola rete di rinforzo e con stagionatura inferiore a 1 anno:

  • ritagliare e sigillare a vista;

b) pavimenti come sopra con spessore superiore a 18 cm e due reti di rinforzo oppure pavimenti con una sola rete e stagionatura superiore a 1 anno:

  • riempire il giunto e creare una fascia di resina elastomerica NORPHEN PU armata con una striscia di RETE DI VETRO da 160 g/m².
Preparazione del prodotto
  • in un contenitore di servizio versare FARMACRETE comp. A, quindi il comp. B e mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo;
  • aggiungere il 50% in peso (su A+B) di sabbia di quarzo 0,1-0,3 e il 70% circa (su A+B) di FARMACRETE comp. C;
  • miscelare accuratamente.
Applicazione del prodotto
  • portare il prodotto così preparato nella zona di lavoro e colare sulla superficie distendendo l’impasto con una spatola di acciaio liscia da 48 cm;
  • procedere a ricoprire una zona di 15-20 m²;
  • procedere quindi ad effettuare, fresco su fresco, lo spolvero a rifiuto con FARMACRETE comp. C;
  • procedere in questo modo fino alla ricopertura della totalità della superficie da trattare.
  • Il giorno dopo asportare tutta la sabbia non aderente, carteggiare e aspirare;
  • preparare FARMACRETE mescolando fra loro comp. A e comp. B, senza aggiunta di quarzo;
  • applicare quindi una mano di FARMACRETE, stendendolo con apposita spatola di nylon.

Tempi di utilizzo

FARMACRETE possiede una media reattività, tale da consentire all’operatore di eseguire un lavoro di ottima qualità: si può valutare in 12 ore a 20 °C il raggiungimento della durezza utile per l’applicazione della mano successiva di prodotto.

Pulizia degli attrezzi

Usare acqua prima dell’indurimento. Il prodotto indurito dovrà essere asportato meccanicamente.

FARMACRETE

Resina epossidica autolivellante trasparente per la realizzazione di pavimenti ceramizzati

Consumi

Per realizzare un rivestimento di 3 mm di spessore è necessario applicare:

  • 1,6 kg/m2 circa di FARMACRETE (A+B)
  • 4,5 kg/m2 circa di FARMACRETE comp. C.

FARMACRETE

Resina epossidica autolivellante trasparente per la realizzazione di pavimenti ceramizzati

Colori

Il colore del FARMACRETE è dovuto principalmente alla miscela di sabbie di quarzo ceramizzato: possono essere richieste colorazioni standard (vedere “i colori di BRIGHT STONE”) per piccole superfici mentre per aree grandi si possono richiedere colorazioni specifiche.

Caratteristiche

DATI APPLICATIVI DEL PRODOTTO (a 23°C e 50% U.R.)

massa volumica (A+B+C), UNI 8310

g/cm³

1,65 ± 0,05

tempo di essiccazione superficiale, UNI 8904

ore

8

temperatura minima di applicazione

°C

+15°C

temperatura massima di applicazione

°C

+35°C

rapporto A : B

 

2 : 1

PRESTAZIONI FINALI (7 giorni a +23°C e 50% U.R.)

adesione su cls, ASTM D 4541-95

MPa

> 3,5

permeabilità al vapor acqueo, DIN 52615

µ

~ 13500

classe di resistenza allo scivolamento, DIN 51130-2009

---

R9

angolo medio complessivo di accettanza (αges),

DIN 51130-2009

°

9,0 ± 0,3

gruppo di classificazione allo scivolamento, DIN 51097

‑‑‑

A

angolo medio di inclinazione (α),                DIN 51097

°

15,6 ± 1,4

resistenza a compressione

MPa

> 72

Resistenza alla crescita di muffe, UNI EN 15457

Intensità di sviluppo fungino (scala:           0 ÷ 4)

1

(sviluppo fungino su superficie provino: < 10%)

Permeabilità al vapor acqueo EN ISO 7783-2 (su supporto poroso)

m

SD= 1,21 ± 0,26

 (spessore = 0,2 mm)

classe I (SD< 5m)

Assorbimento capillare e permeabilità all’acqua - EN 1062-3

Kg/(m2h0,5)

0,005 ± 0,001

Resistenza allo shock termico (adesione per trazione diretta dopo 1 ora a 160°C) EN 13687-5

MPa

≥ 5

PRESTAZIONI FINALI IN ACCORDO ALLA EN 13813 (MASSETTI A BASE DI RESINA SINTETICA)

resistenza all’usura BCA, EN 13892-4

classe

AR0,5

(ca 16 micron)

forza di aderenza, EN 13892-8

MPa

3,6 ± 0,5

resistenza all’urto, EN ISO 6272-1

classe

IR10

reazione al fuoco

classe

Bfl s1

Nota: il metodo di prova fa riferimento alla norma a fianco riportata.

 

Resistenze chimiche, UNI EN ISO 2812-1 (metodo 2)

acido cloridrico 30% in acqua

4

acido solforico 10% in acqua

3

acido fosforico 20% in acqua

3

acido acetico 30% in acqua

1

ammoniaca 15% in acqua

5

soda (idrossido di sodio) 30% in acqua

2

acqua ossigenata 3,5% (12 volumi)

4

miscela di acido acetico (1%) e acqua ossigenata (0,5%) in acqua

5

alcool etilico denaturato

2

acetone tecnico

3

(1 = disgregazione del prodotto, 5 = nessuna alterazione; per la scala completa vedi appendice A)

FARMACRETE

Resina epossidica autolivellante trasparente per la realizzazione di pavimenti ceramizzati

Avvertenze e informazioni
  • Verificare che la temperatura ambiente in cui si opera non sia inferiore a +15°C.
  • Tenere ben presente che il prodotto va lavorato con continuità, costituendo una squadra di lavoro che sia in grado di operare con buona sincronia, preparando il prodotto miscelato nell’esatto momento in cui viene terminato il precedente, senza periodi morti fra una colata e l’altra.
  • A seconda della temperatura ambiente il prodotto va mantenuto al fresco (in estate) o al caldo (in inverno) perché con il freddo le resine hanno tendenza a cristallizzare perdendo fluidità, mentre con il caldo aumenta sensibilmente la velocità di inizio presa.
  • Leggere attentamente la scheda di sicurezza.
  • Non applicare su:

- parquet;
- linoleum;
- gomma;
- superfici con elevati problemi di dilatazione sui giunti di accoppiamento.

Conservazione

Comp. A e B: 24 mesi negli imballi originali, in luogo coperto e asciutto, a temperatura tra +5°C e +35°C.
Comp. C: nessuna scadenza. Conservare in luogo coperto e asciutto.