EPOSEAL W-TERGE

Detergente-coadiuvante di posa per EPOSEAL W

Descrizione

EPOSEAL W-TERGE è un detergente liquido basico privo di soda caustica e altri alcali contenente solvente inodore indicato per la rimozione dei residui di sigillature realizzate con EPOSEAL W dalla superficie di rivestimenti ceramici e vetrosi.

La viscosità di EPOSEAL W-TERGE è tale da garantire una notevole permanenza sulla superficie, anche in verticale, potenziandone l’effetto detergente.

EPOSEAL W-TERGE è indicato anche come deter-solvente per la sgrassatura a fondo delle superfici piastrellate e, in opportuna diluizione, per la rimozione dei residui di sporco accumulati durante la pulizia ordinaria con detergenti non specifici.

La presenza nella formulazione di solvente inodore e non pericoloso per la salute consente l’utilizzo di EPOSEAL W-TERGE anche in all’interno di ambienti non dotati di particolari accorgimenti per l’eliminazione di vapori nocivi.

EPOSEAL W-TERGE è fornito in flaconi dotati di erogatore ergonomico a spruzzo riutilizzabile da 0,75 litri per il quale sono disponibili refill da 5 litri.

Campo d'impiego

EPOSEAL W-TERGE può essere impiegato su superfici in gres porcellanato, ceramica, clinker e, poiché non contiene alcali, su mosaico vetroso. EPOSEAL W-TERGE è indicato per:

  • la rimozione dei residui di resina epossidica a seguito della fugatura del rivestimento con EPOSEAL W;
  • la sgrassatura a fondo di superfici piastrellate;
  • la rimozione dei residui lasciati nella pulizia ordinaria della superficie dai detergenti per superfici dure tradizionali;
  • la pulizia ordinaria se opportunamente diluito.

 

Vantaggi

EPOSEAL W-TERGE abbina il potere sgrassante del solvente al ridotto contenuto di sostanze non volatili: ciò si traduce in un eccellente effetto pulente e un basso deposito di residui sulla superficie così da garantire  la brillantezza della superficie trattata.

Dopo la fugatura con EPOSEAL W, nell’impiego come pulitore, EPOSEAL W-TERGE

  • facilita  la rimozione dei residui di resina dalla piastrella restituendole l’estetica originaria;
  • garantisce l’eliminazione del film di resina che migra sulla superficie della fuga e che conferisce a essa uno sgradevole “effetto lucido”.

EPOSEAL W-TERGE ha una gradevole profumazione e non è pericoloso per la salute dell’utilizzatore.

CONFEZIONI

Flacone ergonomico traslucido in PE da 0,75 litri con spruzzatore

Tanica da 5 litri (refill)

EPOSEAL W-TERGE

Detergente-coadiuvante di posa per EPOSEAL W

Applicazione

Pulizia e finissaggio delle superfici piastrellate e fugate con EPOSEAL W:

Prima pulizia

  • dopo l’esecuzione della fugatura con EPOSEAL W, prima di procedere alla prima pulizia, è necessario attendere che la consistenza del sigillante sia tale da evitare lo svuotamento della fuga. A 23°C e 50%RH si consigliano i seguenti tempi di attesa (Tab. 1).

 

Tab. 1:

Tipologia di piastrella e fuga

Tempo consigliato di attesa per la prima pulizia

Tempo massimo di attesa per la prima pulizia

Mosaico o piastrelle con fuga < 3 mm

20 min

3 ore

Fuga tra 3 e 10 mm

1 ora e 30 min

3 ore

Fuga tra 10 e 15 mm

2 ore

3 ore

 

  • asportare i residui di fugante con un TAMPONE ABRASIVO BIANCO (mod. NR1225B) intriso d’acqua e tenuto pulito con frequenti risciacqui. Per una miglior esecuzione del lavoro, servirsi dell’apposita impugnatura con Velcro® reggi-tampone (mod. NR1525I) esercitando una leggera pressione e un movimento rotatorio (vedi Scheda Tecnica EPOSEAL W).

 

Rimozione della schiuma

  • il frizionamento della superficie con il tampone produce una notevole quantità di schiuma che deve essere rimossa entro breve con una SPUGNA CELLULOSA OVALE (mod. NR291O) imbevuta d’acqua e strizzata.

 

Finissaggio

  • Dopo la rimozione della schiuma, si può procedere con il finissaggio spruzzando EPOSEAL W-TERGE direttamente sulla superficie mediante l’apposito erogatore e detergendo la superficie stessa con la spugna in cellulosa ben risciacquata. Sostituire la spugna quando manifesta un aspetto unto e viscido tipico dell’eccessivo accumulo di resina epossidica. Il tempo che deve trascorrere tra l’applicazione di EPOSEAL W ed il finissaggio con spugna in cellulosa è variabile in funzione della temperatura di lavoro, della larghezza della fuga e del tipo di piastrella (Tab. 2).

 

Tab. 2:

Tipologia di piastrella e fuga

Tempo consigliato di attesa per il finissaggio (dall’applicazione di EPOSEAL W)

Tempo massimo di attesa per il finissaggio (dall’applicazione di EPOSEAL W)

Mosaico o piastrelle con fuga < 3 mm

1 ora

8 ore

Fuga tra 3 e 10 mm

6 ore

8 ore

Fuga tra 10 e 15 mm

6 ore

8 ore

 

  • per mantenere puliti gli attrezzi è sufficiente risciacquarli di frequente con acqua pulita. L’utilizzo di EPOSEAL W TERGE facilita la rimozione degli aloni di resina;
  • nel caso in cui rimangano aloni sulla superficie si può intervenire nuovamente con EPOSEAL W-TERGE e spugna di cellulosa entro due 6 dall’esecuzione del primo lavaggio.

 

Sgrassatura a fondo di superfici piastrellate:

  • spruzzare EPOSEAL W-TERGE direttamente sulla superficie da sgrassare. EPOSEAL W-TERGE è efficace anche su superfici verticali in quanto tixotropico;
  • distribuire il detergente sulla superficie mediante un TAMPONE ABRASIVO BIANCO (mod. NR1225B) lasciando agire per 15-30 minuti almeno. La miscela di solvente inodore e tensioattivi in ambiente basico privo di alcali facilita la rimozione delle sostanze grasse preservando al contempo le superfici in vetro dalla degradazione per carbonatazione;
  • bagnare con acqua calda la superficie e frizionare con un TAMPONE ABRASIVO BIANCO (mod. NR1225B) o con monospazzola equipaggiata con disco bianco tipo Scotch-Brite®;
  • rimuovere il refluo di lavaggio con tira-acqua, mocio o aspiraliquidi e risciacquare con acqua possibilmente tiepida o calda per limitare la rideposizione dello sporco;
  • per un migliore risultato finale, asciugare la superficie con un panno pulito.

 

Lavaggio con sgrassatura di superfici piastrellate:

  • diluire in un secchio di plastica 1 parte in volume di EPOSEAL W-TERGE con acqua tiepida in rapporto compreso tra 5 e 40 parti in volume pari a 1 bicchiere da bevanda da 200 ml ogni 1-8 litri d’acqua;
  • lavare la superficie con i tradizionali mezzi (ad esempio mocio o strofinaccio e spazzolone) utilizzando la soluzione EPOSEAL W-TERGE;
  • il risciacquo è indispensabile solo nel caso in cui la superficie sia particolarmente sporca.

EPOSEAL W-TERGE

Detergente-coadiuvante di posa per EPOSEAL W

Consumi

Consumo: 0,15 - 0,05 l/m2 a seconda della diluizione impiegata

Resa: 6,7 - 20 m2/l a seconda della diluizione impiegata.

EPOSEAL W-TERGE

Detergente-coadiuvante di posa per EPOSEAL W

Caratteristiche

massa volumica, UNI EN ISO 1675

 

kg/dm3

1,01 ± 0,02

pH, UNI 24003

 

-

8,0 ± 0,1

viscosità dinamica apparente, ISO 3219

 

mPa×s

300 ± 50

profumo

 

-

mandorla dolce

aspetto

 

-

verde acqua, limpido

residuo secco (a 105°C, 1 ora), ISO 1625

 

%

2,8 ± 0,1

altezza della schiuma (diluito 1:5 in volume con acqua demi-neralizzata grado 3) metodo Ross-Miles, ASTM D1173

 

-

0 mm dopo 2 minuti

Nota: i metodi di prova fanno riferimento alle norme a fianco riportate.

 

Composizione chimica – REG. (CE) N° 648/2004

tensioattivi non ionici

< 5%

tensioattivi anionici

assenti

tensioattivi cationici

assenti

fosfati (acido fosforico)

assenti

Il prodotto contiene tensioattivi con “biodegradabilità primaria minima del 90% e biodegradazione aerobica completa conforme al Reg. (CE) n. 648/2004.

 

Componenti con obbligo di dichiarazione - Allegato VII, §A, REG. (CE) N° 648/2004

conservanti

5-chloro-2-methyl-1,2-thiazol-3-one; 2-methyl-2,3-dihydroisothiazol-3-one

alcool benzilico (CAS 100-51-6)

< 0,1%

cumarina (CAS 91-64-5)

< 0,1%

EPOSEAL W-TERGE

Detergente-coadiuvante di posa per EPOSEAL W

Avvertenze e informazioni
  • Per l’utilizzo di EPOSEAL W-TERGE su superfici verniciate o smaltate è necessario prima effettuare delle prove per verificare che il prodotto non danneggi il rivestimento.
  • Proteggere fisicamente tutte le superfici sensibili al prodotto dal contatto diretto con il prodotto stesso o i suoi aerosol.
  • Il prodotto non è pericoloso per la salute, ma è comunque opportuno indossare guanti in gomma e occhiali protettivi secondo EN 166 classe 1F durante l’impiego per prevenire secchezza della cute e irritazioni oculari da schizzi.
  • Leggere la Scheda di Sicurezza.
Conservazione

24 mesi nell’imballo originale in luogo coperto e asciutto, a temperatura tra +15°C e +30°C.